orologio antiorarioNonno Pippo non si rassegna a perdere i capelli. Tutti i giorni fissa quei tre peli che ha ancora in testa, ma non ha il coraggio di rasarseli, come se i giovani, anche solo di cuore, si distinguessero dalla quantità di capelli sul capo.

Stasera però, mentre si rade – lo fa fin da quando era ragazzino – rinuncia agli ultimi residui di orgoglio e vanità. Ora si sente leggero, ma anche vecchio per davvero.

Nonno Pippo vive in un paesino di mare ed è stato un commerciante per una vita. Stasera, come fa da sempre d’estate, torna nel suo vecchio negozio, passato ormai ai figli, per aiutarli durante la chiusura. Ci sono le sedie da sistemare, i manichini da spostare e dio solo sa quante altre cose, prima di tornarsene a casa.

Stasera è tardi e aspetta che escano gli ultimi clienti guardando la vetrina.
Dentro è rimasta solo una coppia con un bambino che avrà sei anni.

Una volta usciti si attardano davanti alla vetrina. Il piccolo lo fissa sbigottito con gli occhi puntati sulla testa liscia.
Nonno Pippo se ne accorge e gli sorride.
Il bambino, dopo un profondo respiro, chiede: – Anche a te a scuola hanno attaccato i pidocchi?

Stasera anche Pippo ha sei anni.

 

Fonte immagine

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
 
Author Image
About The Author

Elisa Gattamorta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.