Ci sono stereotipi e comportamenti che non cambiano mai e sfidano il tempo.

Ad esempio il vitellone con un’idea fissa: quella.

Vitelloni di ieri e di oggi

Negli anni’80 quando andavano di moda telefilm patinati come Miami Vice tutti cercavano di imitare i protagonisti indossando vestiti alla moda, cercando di frequentare location suggestive, belle donne e soprattutto… parlando un inglese maccheronico. Così il giorno dopo al bar il vitellone raccontava agli amici come aveva trascorso la serata più o meno così:

Saldo il check del brunch con la Master Card. Ho un meeting con la mia girlfriend nell’interland della city per una preview del blockbuster. Arrivo a bordo della mia spider con lo smoking. Lei è glamour e durante il summit con un bliz le propongo un weekend. Risponde okey. Ma prima un break per un drink nel mio loft. I kids in jeans sono con la baby sitter nel baby garden a giocare col go kart. Spingo play su un dvd adults only troppo hard e lei preme stop. Vediamo Grey’s Anatomy in prime-rate sdraiati sulla chaise-luonge, bevendo Coke e fumando Chesterfield. Il mood è soft, la privacy al top e ho un escalation per l’happening. Volano papillon, boxer, guêpière e slip. Siamo sulla moquette. Raggiungo la pole position al ralenty per aumentare la suspance del mio target e gioco il mio atout: “Ritardante per lui stimolante per lei”. Lo score della mia performance? Top secret, nonostante tutto sono sempre un gentleman.

Oggi l’esterofilia è divenuta parte del nostro vocabolario quotidiano e non ci facciamo più caso. Però da qualche giorno sta riaffiorando dal dimenticatoio una lingua che molti credevano morta e sepolta. Il Latino. Il ritrovamento di una tavoletta con inciso il resoconto di un vitellone a.C. conferma la tesi di partenza: nei secoli è cambiato il modo di esprimersi ma per certi vitelloni l’idea fissa resta sempre e solo quella.

Saldata poena pecuniaria cum carta nominata postea magnata veni preiferia urbae per prima visione su maxischermo cineforum. In vestimenta da sera, magno quam deux ex machina scendo. Vidi matrona Ceaseris bona quam panem et longa manu morta palleggiatoque posteriore suus fecit. Extrema ratio manifactura labor non solo quod astae erigenda est in climax porpureo. Ut sancta sanctorum puella expugnatur alea jacta est. Durex, Control et Personal Hatu in meo auxilio coadiuvarunt maxima resa.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Tagged with:
 
Author Image
About The Author

Fabio Massimo Peroni

4 Responses to Vitelloni di ieri e di oggi: il ritorno del maschio… latino

  1. Author Image Laura Grazioli ha detto:

    Questo pezzo sprizza amore per la scrittura. Magna cum virtute! 🙂

  2. Author Image paoloparigi ha detto:

    Bello! Dopo Fabio Massimo detto “Cunctator”, è la volta di Fabio Massimo detto “Scriptor”!

  3. Author Image Fabio ha detto:

    E pensare che era una cosa che avevo scritto nel 1996 per uno dei vari corsi inutili… e che ho ritrovato accartocciata dietro a un cassetto in occasione delle pulizie di Pasqua.
    E se il pezzo in latino sostituisse il Lorem Ipsum tratto da “De Finibus Bonorum et Malorum” di Cicerone?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.